Archivio Tag: Belci

Mar 07

24 ore del Pasubio edizione 2016

IMG-20160306-WA0004

Andrea & Andrea ovvero Beraldo & Belci de “La diritta freccia era smarrita” supportati o sopportati da Giulia

Cinque dei nostri atleti hanno partecipato alla 24 ore di tiro con l’arco che si è tenuta a Marano Vicentino il 5-6 marzo.
La 24h del Pasubio, giunta quest’anno alla 14° edizione, è un occasione per tirare in goliardia ma sempre con grande serietà agonistica, insieme a molta altra gente che condivide la passione dell’arco.
Tra costumi carnevaleschi e nomi buffi si sono sfidati atleti di grande abilità. Degna di nota la performance della nostra squadra “La diritta freccia era smarrita” composta da Andrea Beraldo e Andrea Belci. Proprio Andrea & Andrea sono riusciti infatti ad aggiudicarsi il secondo posto combattendo fino all’ultima freccia contro “Gli dei dell’olimpo” della compagnia Audax Brescia. La nostra seconda squadra “N’do Cojo Cojo” formata da Luca Trinchinetti, Ivan Peresson e Bruno Bernini è incappata in un problema tecnico dopo le prime ore di gara che ha causato la perdita di diverse volèe portando a una lenta rimonta fino alla 20° posizione.

Andrea Beraldo descrive così questa maratona arcieristica: “Cosa dire di questa 24h?
Che è stato un gran bel evento, se proprio vogliamo riassumerla in breve, tanti arcieri da tutta italia che tirano vagonate di frecce mentre la musica non si fermava nemmeno durante i tiri. Una gara dove lo spirito del divertimento batte quello dell’agonismo.
Altro non so dire, se non che abbiamo avuto un Bruno che ha tirato in modo egregio su targa tripla nonostante fosse arco nudo, un Trynko (quando era sveglio) che faceva la sua parte senza strafare e un Ivan che ha saputo dire la sua nonostante qualche follia notturna. Belci ed io ce la siamo cavata nonostante la nostra preparazione fosse meno di zero.
Ringraziamenti sentiti anche alla nostra supporter Giulia che ci ha deliziato con carotine IGP made in Corea o sa il diavolo la provenienza. Scherzi a parte erano davvero buone.
Tirando le somme una squadra seconda e una ventesima, ma mi sento di dire che tutti hanno dato il meglio di se.
Purtroppo in prima posizione c’era un pazzo Tozzola Marcello che non se ne è persa neppure una di 24ore del Pasubio. Ebbene si ci ha dato 90 punti di distacco. Su piu di 5000 punti potenziali le prime 4 squadre erano racchiuse in 105 punti e questo la dice tutta 3 squadre in 15 punti.”

Ivan alla sua prima esperienza di 24ore la descrive così: “Il giorno 5 marzo alle ore 14 è iniziata la 24h arcieristica a Marano Vicentino, gara unica del suo genere in Italia. Ogni arciere aveva degli orari prestabiliti per tirare, logicamente decisi e concordati insieme. Durante questa lunga competizione ci siamo dati più volte il cambio per la troppa stanchezza a tendere l’arco (parlo della seconda squadra ovvero i “N’do Cojo Cojo”). Bhe che dire…è stata un’esperienza unica, con una carica da parte di tutti e cinque, molto uniti e grintosi fino alla fine e grazie agli incoraggiamenti uno con l’altro siamo arrivati alle ore 14 del 6 marzo a urlare E’ FINITA!!! CE L’ABBIAMO FATTA!!!”

Malgrado il sonno e la stanchezza il divertimento è stato tanto, insieme alla soddisfazione di aver portato a termine una gara estenuante che ha impegnato i nostri cinque arcieri per 24 ore continuativamente.

Attraverso il sostegno e l’incitamento reciproco i nostri atleti sono riusciti a superare i momenti di sconforto e assopimento, dimostrando l’affiatamento e la forza che caratterizza gli Arcieri del Sole!

 

Permalink link a questo articolo: http://www.arcieridelsole.it/24-ore-del-pasubio-edizione-2016/

Gen 31

Un argento e un bronzo dai Campionati Italiani Indoor di Rimini

Arco nudo Master maschile

Il podio Arco nudo Master maschile

Arco nudo Allievi maschile

Il podio Arco nudo Allievi maschile

Sabato 31 gennaio 2015, XLII Campionato Italiano Indoor.
Nella gara di qualifica valida per i titoli di classe, dedicata all’arco nudo, gli Arcieri del Sole vedono sfumare l’oro per soli tre punti ma conquistano un argento nella categoria  master maschile con Vittorio Beretti, Emilio Trotta e Gigi Alberti. Per gli allievi è giunta una medaglia inaspettata che ha premiato l’impegno di questi ragazzi che si sono cimentati in una specialità che non è la loro. Il meritatissimo bronzo è andato a Martino Tessaro, Mattia Damiano e Dario Miele. Per i master è stata una grande soddisfazione quella di essere tra le prime otto squadre che hanno ottenuto il passaggio agli scontri per i titoli assoluti di specialità. La tensione e la paura del cronometro che macinava secondi su secondi ha fatto fare qualche imprecisione di troppo ai nostri atleti che si sono così fermati ai quarti di finale. La voglia di riscatto per il titolo sfiorato ha già fatto da collante per la squadra che intende ripresentarsi all’appuntamento dell’anno prossimo più aggressiva e con più esperienza nella gestione degli scontri diretti.

Oltre agli archi nudi, nella gara di qualifica dedicata all’olimpico hanno gareggiato per gli Arcieri del Sole: Helena Vassallo, Chiara Campi, Andrea Beraldo e Francesco Toso. Purtroppo da questa specialità non è arrivata nessuna medaglia ma anche tra gli olimpici c’è tanta voglia di riscatto e la festa del podio è solo rimandata.

Complimenti a tutti dal Consiglio Direttivo e da tutti i soci degli Arcieri del Sole

 

Dal campo di gara della Burarco Vimercate arrivano altre tre medaglie nell’olimpico con Sara Alberti 1° nella classe ragazzi femminile, Andrea Belci 1° classificato nei senior e Andrea Beraldo 2° nella stessa categoria. Per Andrea Beraldo questa è stata la gara che ha chiuso il trittico iniziato venerdì con l’Italian Challenge a Rimini, sabato con la gara del Campionato Italiano Indoor e domenica con il Torneo città di Vimercate.

Permalink link a questo articolo: http://www.arcieridelsole.it/campionati-italiani-indoor-rimini/

Gen 26

Assemblea e cena sociale 2015

IMG_4984Sabato 24 gennaio si è svolta l’annuale assemblea degli Arcieri del Sole seguita dalla cena sociale. Il classico momento conviviale che da sempre fa da collante per far conoscere vecchi e nuovi soci.
Anche quest’anno, al termine dell’Assemblea, sono stati premiati gli atleti che nel 2014 sono andati a podio nei vari Campionati Italiani e Campionati Regionali. Un premio speciale “alla carriera” è stato riconosciuto a Antonio Pietra in occasione dell’ottantesimo compleanno, per aver creato e cresciuto diverse generazioni di giovani arcieri a livello societario e regionale. Per l’occasione era presente anche il presidente regionale FITARCO, Francesco Mapelli e il consigliere federale, Aurora Paina che proprio con Antonio hanno condiviso numerose trasferte per le finali dei Giochi della Gioventù e molti stage giovanili.

Ai premiati, oltre al riconoscimento ufficiale, è stata regalata una copia del libro in ricordo di Stefania Mariani, nostra socia venuta a mancare poco più di un anno fa e da sempre impegnata per il sociale.
Il libro è un progetto che Stefania non ha potuto portare a termine. Un amico di Stefy ha mantenuto la promessa di realizzare il libro di fiabe che stavano preparando insieme e tutto il ricavato dalla vendita del libro andrà in beneficenza come da volere di entrambi.

Cari amici,
oggi vorrei raccontarvi una piccola storia, una storia inedita, inaspettata, ma molto preziosa.
Una storia che, con delicatezza, voglio solo accennare e che certamente ci sarà modo di raccontare.
Una storia nata per caso, lungo la strada, una mattina di primavera del 2012.
Una storia di parole, ricche e sonanti, ma a cui mancava qualcosa.
Quando, durante alcune notti d’inverno, le parole hanno incontrato i colori, come per magia, le parole hanno iniziato a muoversi, a fremere, a trasformarsi.
La storia ha iniziato a prendere vita.
La storia è diventata FIABA! Oggi, questa fiaba è un piccolo libro, che sono contento di potervi presentare.
E’ un piccolo sogno, coltivato con Stefy, che oggi nasce e si svela al mondo.
(Cesare Mariani)
Noi e il Ciliegio Bolle nutriamo un’ambizione: uscire dalle pagine di questo libro, oltre  lo spazio, oltre i confini del tempo e dell’uomo, e raggiungere Korogocho, una delle oltre 200 baraccopoli di Nairobi, nel cuore del Kenya.
Korogocho significa caos, confusione. Significa 100.000 persone che vivono in baracche, su un territorio di 1,5 Kmq, a ridosso di un’enorme discarica di rifiuti. Korogocho significa donne, uomini, bambini, fame, sofferenza, lavoro duro. Ma per Peter, un operatore sociale che in baraccopoli è nato, vive e lavora, Korogocho significa anche casa, famiglia,dignità, unità, comunità, speranza.
Con 90 euro all’anno possiamo sostenere lo studio di un bambino alla scuola di St.John. Con 140  euro all’anno possiamo sostenere il percorso di riabilitazione di un bambino o di un adulto presso il Napenda Kuishi Home.
Con ogni singolo euro donato possiamo moltiplicare la speranza.
Ed è per questa gente e per questa speranza che, acquistando la fiaba de Il Grande Ciliegio Bolle, sosterremo concretamente 2 progetti, la scuola informale di St. John e il Napenda Kuishi Home.
Eventuali donazioni potranno essere inviate a:
Missionari Comboniani Mondo Aperto Onlus
Banca Popolare Etica  – IBAN: IT68  V050 1812 1010 0000 0512 250
specificare la causale dì versamento: Progetti Korogocho
Facebook: korogochopamojatunawezainsiemepossiamo

I premiati della stagione 2014 sono:

Alberti Gianluigi, 3° a squadre Campionato Italiano di Società
Belci Andrea, 3° a squadre Campionato regionale OL-SM, 3° a squadre Campionato Italiano di Società
Beraldo Andrea, 3° a squadre Campionato regionale OL-SM
Campi Chiara, 1° individuale Campionato regionale OL-AF, 3° individuale Campionato regionale indoor OL-AF, componente squadra regionale alla finale Coppa Italia delle Regioni
Capasso Alessandra, 1° individuale circuito Roving 2014 (cacciatrice long-bow)
Gagliano Mirco, 2° a squadre Campionato regionale indoor OL-GM
Marzorati Valter, 1° individuale circuito Roving 2014, 2° individuale FIARC Lombardia (cacciatore long-bow)
Tessaro Martino, 3° individuale Campionato regionale indoor AN-AM, 1° a squadre Campionato regionale indoor AN-AM
Toso Francesco, 3° individuale Campionato regionale OL-SM, 3° a squadre Campionato regionale OL-SM
Trotta Emilio, 3° individuale Campionato regionale indoor AN-SM, 3° a squadre Campionato Italiano di Società
Vaghi Paolo, 3° a squadre Campionato Italiano di Società
Vassallo Helena, 1° individuale Campionato regionale OL-GF, 2° individuale Campionato regionale indoor OL-GF, qualificazione e partecipazione finale nazionale Trofeo Pinocchio
Vassallo Pasquale, 1° individuale Campionato regionale CO-MM, 3° a squadre Campionato Italiano di Società

Permalink link a questo articolo: http://www.arcieridelsole.it/assemblea-e-cena-sociale-2015/

Gen 19

Un week-end per due gare e… ottanta candeline


IMG_0092Due giorni, due gare. Ecco l’ultimo week-end degli Arcieri del Sole.

Come capita ogni volta che organizziamo una gara, le prenotazioni arrivano sempre con largo anticipo per potersi accaparrare i posti disponibili. Anche questa volta non siamo riusciti ad accontentare tutti ma cercheremo per le prossime gare, di trovare una soluzione che ci permetta di avere a disposizione più piazzole così da accontentare tutti i nostri affezionati tiratori senza però venire meno ai punti di forza che contraddistinguono le nostre gare.

L’Indoor d’inverno nell’edizione di quest’anno è stato ridimensionato per dare spazio ai giovani arcieri che hanno gareggiato nella competizione a loro dedicata e che abbiamo voluto chiamare Aspettando Pinocchio proprio perché precede le varie fasi del Trofeo Pinocchio vero e proprio.

Mentre la gara open si è svolta con il classico fair play, la gara giovanile ha visto molti arcieri in erba alla loro prima gara e proprio per questo si sono visti volti tesi, preoccupati, contenti di aver conquistato la prima medaglia e… qualche lacrima per un errore di troppo come se questa gara fosse la finale olimpica per l’assegnazione della medaglia d’oro.

Come sempre succede nelle gare giovanili è gratificante vedere genitori, nonni, zii, fratelli che assistono alle prime gare e già fanno progetti immaginando podi internazionali e medaglie olimpiche. Non è detto che tra questi giovani arcieri non ci sia realmente il talento e il campione che tra qualche anno vedremo sui podi delle gare più importanti e allora potremo dire: “Lui ha fatto la sua prima gara a Solaro dagli Arcieri del Sole”.

Prima della premiazione ufficiale dei giovani arcieri c’è stata una standing ovation per Antonio Pietra che in questi giorni compie ottant’anni e visto che proprio lui ha accompagnato molti ragazzi ai Giochi della Gioventù prima e al Trofeo Pinocchio ora e ha avuto la fortuna di vederne più di uno salire sul podio delle olimpiadi era giusto e doveroso che i ragazzi che parteciperanno al prossimo Trofeo Pinocchio condividessero con lui questo invidiabile traguardo.

Anche se impegnati nell’organizzazione della gara molti nostri soci hanno preso parte alla competizione e come sempre sono arrivate un po’ di medaglie. Ecco allora nel dettaglio tutti i premiati degli Arcieri del Sole.

Nell’Indoor d’inverno sono saliti a podio:
Mattia Damiano, 1° classificato olimpico allievi maschile
Salvatore Gagliano, 1° classificato arco nudo senior maschile
Toso, Belci, Beraldo, 1°squadra olimpico senior maschile
Gagliano, Bernini, Milan, 1° squadra arco nudo senior maschile
Beretti, Alberti, Trotta, 1°squadra arco nudo master maschile
Francesco Toso, 2° classificato olimpico senior maschile
Chiara Campi, 2° classificata olimpico juniores femminile
Martino Tessaro, 2° classificato olimpico allievi maschile
Bruno Bernini, 2° classificato arco nudo senior maschile
Vittorio Beretti, 2° classificato arco nudo master maschile

Nella gara giovanile Aspettando Pinocchio l’unica atleta solarese a podio è stata
Helena Vassallo, 3° classificata olimpico ragazzi femminile

Permalink link a questo articolo: http://www.arcieridelsole.it/un-week-end-per-due-gare-2/

Post precedenti «